copywriter

Come iniziare la professione di copywriter

Chi scrive pensa sempre che il mestiere di scrivere in qualche modo sia legato al giornalismo o alla produzione letteraria, ma in realtà la capacità di comunicare ha tante sfumature e può dare sbocco a tante professioni, soprattutto in ambito digitale.

Dietro ogni mestiere c’è qualcuno che ha l’onere di saper vendere un prodotto o un servizio e senza l’abilità di veicolare messaggi, siano essi verbali o non verbali, sarebbe impossibile.

Tutto è comunicazione ed essere copywriter oggi significa avere una grande opportunità lavorativa, che può valere enormi soddisfazioni professionali ed economiche.

Il copywriter è, fondamentalmente, un esperto di scrittura del web, che si occupa della stesura di contenuti per pagine e siti web, raccontando e promuovendo quello che è un brand e ciò che offre.

I testi per il web sono una tipologia di testi che l’algoritmo di Google riconosce o meno come validi secondo le sue regole; quindi, per finire sulla prima pagina del browser ed essere quindi rintracciabili dagli utenti bisogna essere in primis originali, quindi non pubblicare niente che in qualche modo risulti copiato da altri, bisogna saper utilizzare le parole chiave, ossia quelle parole che gli utenti utilizzano di più in rete nelle loro ricerche, non essere ripetitivi e quindi evitare l’over keywords, ossia un utilizzo smisurato di parole chiave, bisogna essere comprensibili per un vasto pubblico, ma non scrivere in maniera troppo elementare e saper aggiungere al testo curiosità, dettagli tecnici e quanto può rendere quel contenuto diverso e portatore di qualcosa di aggiuntivo rispetto ad altri che si trovano sul web.

Queste sono solo alcune delle accortezze che deve adottare chi voglia abbracciare la professione del copywriter.

Generalmente queste figure professionali gestiscono pagine e siti web per aziende, che si avvalgono di scrittori per il web, quanto di grafici e altri esperti che, ognuno con la sua competenza, sviluppino un piano marketing completo e funzionale dal punto di vista digitale.

Per diventare copy non occorre frequentare corsi universitari o seguire corsi e corsi di scrittura creativa spesso fine a sé stessi. Se ci si vuole professionalizzare ci sono percorsi didattici mirati, come il corso copywriter che è specifico per chi voglia scrivere per il web.

Attraverso questo tipo di formazione si giunge, anche senza alcuna base, a maturare conoscenze e competenze di uno specialista del settore.

Quanto guadagna un copywriter?

Innanzitutto, bisogna chiarire che un copy può lavorare come freelance, ossia come autonomo a cui commissionare lavori, o come dipendente aziendale, quindi scrivendo testi solo per quel brand e coerenti con quello che il brand rappresenta.

È chiaro, dunque, che un freelance ha molta più libertà, perché può scrivere di tutto e per tutti.

Quale posizione è più vantaggiosa? Beh, dipende dai livelli a cui si esercita la professione. È chiaro che lavorare come dipendente offra molte più garanzie, poiché si può contare ogni mese su uno stipendio fisso, ma è pur vero che se si ottengono richieste da clienti importanti il lavoro di un freelance può essere molto più redditizio.

Insomma. tutto sta alla realtà presso cui si trova impiego, se è o meno una grande azienda, o se si riesce ad estendere la propria rete di contatti e a collaborare con aziende conosciute e forti dunque sul mercato.

In media, comunque, nel nostro Paese un copywriter guadagna sui 1.700 euro al mese e un senior può arrivare a cifre superiori ai 3.500. Basti pensare che a seconda del tipo di testo che si scrive e della lingua o delle lingue in cui si scrive esiste una sorta di tariffario per cui si può guadagnare dai 10 ai 100 euro circa a testo, senza vincolo numerico di testi da poter scrivere e consegnare in un giorno.